Crea sito

C.R.A.C.

Centro Riabilitazione e Addestramento Cinofilo

Get Adobe Flash player

Cuccioli ancor prima di nascere

Periodo prenatale (38 – 45 giorni di gravidanza)

E’ solo da poco tempo che si inserisce questa fase nel contesto generale dello sviluppo comportamentale del cucciolo. Questo è stato possibile grazie all’apporto dell’indagine ecografica.
             

Sono tre i punti da focalizzare in questo periodo: sensibilità tattile, reazioni emotive e preferenza alimentare.
E’ stato studiato che lo sviluppo del comportamento del cane inizia ancora prima di nascere. Nell’ultima fase della gestazione, il cervello si sviluppa modificandosi strutturalmente. Il feto non è in grado di apprendere, però ha reazione che possono condizionare il comportamento futuro.
Esistono, senza alcun dubbio, degli scambi d’informazione fra la madre e i feti, capaci di provocare stati di stress, tali da interferire sul normale sviluppo dei comportamenti.
Risposta dei feti a stimoli tattili
Il feto presenta deficit sensoriali, infatti è sordo e cieco, tranne che per la parte tattile. Questo è stato riscontrato eco graficamente da una prova clinica di Patrick Pageat: sono state effettuate delle palpazioni ripetute ed intense in zona addominale, in corrispondenza dei corni uterini di una cagna al 35° giorno di gestazione. Le reazioni dei feti hanno messo in risalto una certa agitazione degli stessi per circa 30 sec. In seguito alle successive palpazioni, i feti reagivano con minore intensità, fino a non reagire più, dimostrando così una certa sensibilità tattile già nel feto, ma anche la possibilità di assuefazione a questo stimolo. Questa capacità di abituarsi a degli stimoli tattili, potrebbe rivelarsi importante nella determinazione della soglia di sensibilità tattile del futuro cucciolo.
Risposta dei feti in seguito a reazione emotiva della madre
 Lo stimolo consiste in un forte scoppio provocato. La risonanza della reazione della madre che si produce nei feti è evidente: cambiano immediatamente i loro movimenti, ed assumono un comportamento di suzione del cordone ombelicale o di un arto anteriore. La durata di tale comportamento è variabile e dura al massimo un minuto. La differenza di durata della risposta del feto, dipende dall’intensità della reazione di stress della madre; più l’intensità della reazione della madre è elevata, più la reazione dei feti è prolungata. Secondo Boris Cyrunlik, la madre crea in questo modo un’ecologia affettiva molto differente a seconda che sia iperattiva o calma, stressata o tranquilla a seconda che il suo ambiente coniugale, familiare e sociale la renda più o meno felice ed in sicurezza. E’ noto che gli ormoni passano facilmente la barriera placentare, quindi in caso di stress, l’ipercortisolemia materna si trasmetterà molto rapidamente ai suoi cuccioli.
Preferenza alimentare
I risultati delle prove cliniche di Pageat dimostrano l’orientamento gustativo dei cuccioli. Se ad una cagna in gestazione viene aggiunta, per esempio, una essenza di timo nell’alimentazione, la cucciolata ricercherà maggiormente le mammelle su cui è stata frizionata la stessa essenza o sceglierà la ciotola contenente l’alimento aromatizzato dalla stessa essenza. Ciò determina l’importanza della corretta alimentazione nella gestante, che permetterà inoltre un più facile svezzamento della cucciolata, se avverrà con lo stesso alimento.