Crea sito

C.R.A.C.

Centro Riabilitazione e Addestramento Cinofilo

Get Adobe Flash player

Premessa 

 Per ottenere un cane equilibrato, socievole e giocarellone è necessario rispettare delle regole, le regole dettate da madre natura. Si deve rispettare il criterio di creazione che risiede nei nostri amici a 4 zampe, lo stesso criterio che risiede anche negli uomini e in tutto il creato. Per esempio se nella terra esiste una forza di gravità (che ancora oggi non trova spiegazione e non teoria di come si sia formata) è perché ha una sua funzione. Provate ad immaginare la terra senza forza di gravità? Mancherebbe equilibrio. Per quanto i cani riescano ad adattarsi alla vita dell’uomo, non dimenticheranno mai le loro “motivazioni genetiche”: affiliativa, cinestesica, collaborativa, competitiva, comunicativa, corteggiamento, epimeletica, et-epimeletica, esplorativa, eccetera, eccetera. Ogni addestratore fa leva sulle motivazioni, per ottenere un azione specifica dal cane. Anche se non in modo professionale anche i proprietari sono chiamati a soddisfare piu’ motivazioni possibili per ottenere una buona relazione. Un cane senza motivazioni è un cane frustrato e quindi darà agio a comportamenti incontrollabili ed eccessivi.  In questi casi è sempre consigliato rivolgersi ad un operatore del settore.



Mattina

Tra le 6:00 e le 7:00 il cucciolo è pronto per un po’ di esercizio. Un po’ di corsetta (in modo graduale senza esagerare), qualche nuovo odore, un giochino interessante da fare con il mio padroncino. Ricordando che nel periodo giovanile il cucciolo principalmente è stimolato nell’ evacuazione delle deiezioni da: odori, movimento e cibo, facciamo una pausa per far riposare e calmare il cucciolo ma anche per nutrirlo (1/3 del pasto quotidiano con acqua sempre disponibile).

Segue un lento camminare ed un gioco calmo e rilassante prima di addormentarsi. La sezione mattutina ci richiede 1 ora di tempo, possiamo andare tranquilli fino l’ora di pranzo.


Pomeriggio

Presupponendo che il cane abbia passato la mattinata in un giardino sufficientemente grande, dopo pranzo, ripetiamo la sezione mattutina con giochi, esplorazioni, socializzazione, e visita di nuovi posti.

Una bella avventura per il padroncino ed il suo cucciolo.

Come al mattino, facciamo una pausa per far riposare e calmare il cucciolo ma anche per nutrirlo (1/3 del pasto quotidiamo con acqua sempre disponibile).

Al rientro lasciate che si addormenti di nuovo con voi vicino se possibile, promuovendo un delicato contatto fisico, che mira piu’ ad un massaggio che a una coccola)


Sera

Personalmente preferisco far dormire i cani in casa perché la ritengo una strategia di guardia piu’ efficace.

Non è consigliabile esporre il cane al freddo in tenera età, attendere sempre qualche mese prima di farlo dormire fuori casa. Predisporre una cuccia in legno sollevata da terra, che protegga  da caldo, freddo e acqua, fin da subito perché sia data l’opportunità al cane di avere uno spazio suo dove trova completo relax. Gettare cibo nella cuccia senza chiedere al cane di andarlo a prendere è una buona strategia al fine di ottenere una buona associazione alla cuccia. I cuccioli prevalentemente cercano il contatto fisico prima di addormentarsi, quindi rafforziamo il nostro legame con loro (dopo aver dato l'ultima razione quotidiana di mangime), dedicandogli il tempo a loro concesso la sera, con coccole ed effusioni di affetto. Tutti i proprietari di cani hanno la responsabilità ed il dovere di garantire al proprio amico a quattro zampe: esercizio fisico, disciplina e affetto.